milano46

news

News

06

Set
2020

Garrido e Reyes trovano il pari a Codogno
Ma il Milano è raggiunto in testa dal Fossano

Garrido festeggiato dopo l’homer (il suo secondo stagionale)

Due partite allo specchio tra Codogno e Milano: i padroni di casa vincono a senso unico la prima (9-1) ma cedono la seconda (7-1). I rossoblu ringraziano il solito Reyes (4 sole valide concesse) e un Garrido scatenato nel box con un doppio e un fuoricampo che decide subito la sfida. Arriva una vittoria a Codogno dopo 7 anni, ma il Fossano passa due volte al Saini e raggiunge il Milano in vetta

Un pareggio che lascia tutto come prima, ma che non mette certo al sicuro il primato del Milano che anzi è stato raggiunto al vertice dal sorprendente Fossano passato due volte al Saini contro l’Ares. Un pareggio però scaturito soprattutto dal solito approccio sbagliato de rossoblu al primo incontro. E se contro l’Ares alla fine i ragazzi di Fraschetti sono riusciti a rimediare la situazione, contro il Codogno la brutta piega è stata irreversibile. Alla fine il Milano deve ringraziare i suoi dominicani, Reyes e Garrido, se almeno conquista il pareggio che tiene i padroni di casa alle spalle in classifica. Fraschetti aveva chiesto la doppietta che avrebbe potuto dare veramente una svolta verso la promozione e invece con questo pari ci sarà da lottare e soffrire fino in fondo in un campionato che si risolverà sicuramente al fotofinish. E il Milano, che lo scorso anno è rimasto fuori dai playoff per una sola vittoria, dovrebbe tenere bene a memoria la lezione. 

Primo incontro tutto da dimenticare, dicevamo, fin dal primo inning quando Pizzi concede una base, due doppi e un singolo e il Milano si trova subito sotto 3-0. Una partenza a handicap che non verrà più recuperata, perché se al 3’ i rossoblu trovano un punticino con Fraulini (base, rubata, lancio pazzo e volata di sacrificio), il Codogno infila subito altri 4 punti sul rilievo Coppola con la complicità di una difesa a tratti imbarazzante e chiude di fatto la partita. Anche perché l’attacco rossoblu trova la prima valida al 5’ con Fraulini ( sul punteggio ormai di 7-1) e ne metterà a segno solo altre tre contro Uttini e Dolfini, anche se con un paio di doppi isolati e improduttivi di Fraschetti e Pasotto. 

Per fortuna il secondo incontro segue la falsa riga del primo ma a parti invertite. E questa volta con Reyes sul monte il Milano cambia anche approccio alla partita, tanto che al primo inning un fuoricampo da tre punti di Davide Garrido (dopo un singolo di Capellano e una base a Fraschetti) mette subito la partita dalla parte dei rossoblu. Reys subisce un solo punto al 3’ segnato da Corio (colpito) su valida di Rasoira, ma poi non concede più nulla fino al termine, infilando 10 kappa e incassando solo 4 valide. In attacco invece il Milano si trasforma, batte 10 valide sui quattro pitcher alternati da Finetti e allunga in modo decisivo tra il 6’ e l’8’ grazie soprattutto ai doppi di Sanguedolce e nuovamente di Garrido che piazza la palla sulla rete dietro l’esterno centro su un campo che arriva a 122 metri.

Alla resa dei conti il Milano torna a vincere a Codogno dopo 7 anni, ma non centra ancora la doppietta che manca dal ‘97. E che sarebbe servita per mettere una bella ipoteca sulla stagione. Adesso ci aspetta il Piacenza e non sarà certo una passeggiata.

loghivari
FondazioneItaliaBlue logobaseballit Logosmi1a1a Logosmi1a1a2
colonnasinistra

listanews

Altre news

22 Settembre 2020
Tempo di nomination per il IX premio Doriano Donnabella...

19 Settembre 2020
Borroni, 60 anni di un pendolare del baseball...

17 Settembre 2020
Reyes, 6 kappa consecutivi per la seconda volta Capellano entra tra i primi 100 rossoblù...

14 Settembre 2020
Milano-Piacenza, un pari che fa male nella giornata più nera...

13 Settembre 2020
Milano-Piacenza, sfida chiave per puntare in alto...

09 Settembre 2020
Bancora-Capellano quinta coppia di sempre 2B-SS Secondo HR di Garrido: a un rossoblù non...

apri_rassegna

Rassegna Stampa

03 Giugno 2020

www.ilgiorno.it

colonnadestra

Headline milano46 logofibs