milano46

news

News

27

Lug
2020

Auguri a Lele Chiapasco, 90 anni da pioniere

Giocò la prima partita del baseball italiano, è stato il primo vero lanciatore del Milano in batteria con Cameroni. Ha giocato fino al 1956, poi è tornato in società come consigliere negli anni Settanta. Ed è stato una delle memorie storiche più preziose nel primo capitolo del film sulla storia del Milano

Auguri a Emanuele Chiapasco, la bandiera più antica che il Milano può sventolare. Oggi sono 90 candeline per questo pioniere del batti e corri, in campo nella prima partita del nostro sport il 27 giugno del ’48 al Giuriati, quando Max Ott convinse i ragazzi di Milano che  il baseball era meglio del softball, che giocavano i soldati americani e le squadre laziali. Chiapasco era in campo con il Milano, anche se in quella prima stagione vestiva la casacca del Leo Baseball, la squadra degli studenti del Gonzaga e del Leone XIII dove giocavano anche Mangini e Cameroni. Ma dall’anno successivo sarebbe diventato una delle colonne del Milano, rimasto in maglia rossoblù fino al 1956, primo lanciatore di una  certa continuità, ma all’occorrenza anche interbase. 73 presenze con un fuoricampo, 61.1 riprese lanciate solo perché la contabilità dei classificatori ufficiali è iniziata nel 1953, in realtà 27 partite da pitcher titolare, 24° nella storia del Milano in questo ruolo, 22 volte con Gigi Cameroni catcher, ventesima batteria della storia rossoblù.

Questo dicono i numeri, ma Chiapasco ha saputo raccontarsi alla grande e ha saputo raccontare il baseball dei pionieri nel primo film sulla storia del Milano, in cui è uno dei principali intervistati, racconta la famosa prima partita del Giuriati “in cui ci siamo ubriacati di Coca Cola”, e tratteggia i fondatori del club, lui che li ha conosciuti da vicino. Chiapasco che ha scoperto il baseball andando a giocare a tennis al Giuriati, Chiapasco che arrivava dalla via Carpaccio, a due passi da piazza Piola, compagno di strada di Mangini e Cameroni, oltre che di suo cugino Gianni Cantani, esterno del Milano delle prime stagioni. Chiapasco amico di Emilio Lepetit, da cui venne portato nel Consiglio della società nei primi anni Settanta, quando  era anche un importante uomo d’azienda, amministratore delegato della Standa.

A novant’anni può ricordare i bei tempi pionieristici dalla sua villa con vista lago appena sopra Como, e quando è stato il momento ha frugato nei ricordi per aiutarci a ricostruire quegli anni. Riguardando il film, bisogna dire che ci è riuscito alla perfezione. Auguri, pioniere.

loghivari
FondazioneItaliaBlue logobaseballit Logosmi1a1a Logosmi1a1a2
colonnasinistra

listanews

Altre news

03 Agosto 2020
Il Milano fermato sull''uno a uno dal Fossano al Kennedy...

01 Agosto 2020
Milano-Fossano per dare una svolta al campionato...

27 Luglio 2020
Auguri a Lele Chiapasco, 90 anni da pioniere...

22 Luglio 2020
Reyes, 18 kappa, terzo nel Milano dietro Glorioso e Lono Meazza terzo pitcher più giovane...

20 Luglio 2020
Milano, doppietta pesante a Piacenza con Pizzi, Garrido, Lo Monaco e super Reyes...

18 Luglio 2020
Piacenza-Milano alla cinquantesima sfida...

apri_rassegna

Rassegna Stampa

03 Giugno 2020

www.ilgiorno.it

colonnadestra

Headline milano46 logofibs