milano46

news

News

27

Apr
2020

Addio a Zuraw, lo scout che ci mandò Joel Lono

Si è spento a 89 anni George Zuraw, per tanti anni punto di riferimento negli Stati Uniti per il Milano. Una lunghissima carriera da scout soprattutto per Cincinnati e Seattle, fu lui a segnalare molti giocatoria cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, da Novak a Richardi, da Lono a Giles. E fu sempre Zuraw a lanciare Mazzotti nel mondo professionistico americano come scout: "Una triste notizia, gli sarò sempre grato".

Se n’è andato un grande amico del Milano. Pochi lo conoscevano, ma negli anni Ottanta-Novanta è stato un punto di riferimento costante e importante oltre oceano per la nostra società. Per questo ci associamo al cordoglio per la scomparsa in Florida di George Zuraw, 89 anni, una vita lunghissima dedicata al baseball.  Dopo aver giocato qualche anno nelle minor league Zuraw ha iniziato la carriere di scout per i Pittsburgh Pirates nel 1956 ed ha lavorato fino al 2007 per molte organizzazioni, dai Mariners ai Rays, ma soprattutto per oltre vent’anni per i Cincinnati Reds. Ed è proprio in veste di osservatore dei Reds che Zuraw ha incrociato la strada del Milano, segnalando giocatori che poi hanno fatto la storia del Milano e anche del baseball italiano come Joel Lono.

Molti giocatori di quegli anni, da Novak a Dunlap, da Robinson a Richardi, da Giles a Letterio, arrivarono proprio su segnalazione di Zuraw e soprattutto grazie a lui cominciò anche la carriera “americana” di Mauro Mazzotti, che oggi lo ricorda con particolare affetto: “Per me è stato un punto di riferimento, l’uomo chiave per la mia entrata nel mondo professionistico americano. Ricordo di averlo conosciuto a Miami nell’87 dove, grazie all’interessamento di un ex giocatore del Milano, Frank Gonzalez, ero andato a fare l’istruttore all’Università di Miami. E lì venne Zuraw per un tryout. Io mi offrii come collaboratore durante gli allenamenti e nacque la nostra amicizia che coltivavo con i mezzi degli anni Ottanta, lettere e  telefonate notturne… Finchè nell’89 mi diede la possibilità di andare per mezza stagione come coach nella squadra di singolo A dei Seattle Mariners, dove lui era diventato assistente del general manager Woodward. Quello dei Mariners fu un periodo importante per Zuraw che raggiunse l’apice della carriera nella MLB ed entrò anche nella Hall of fame degli scout. E fu lui nel’94 che mi ingaggiò per la prima volta come scout per l’Europa, proprio con i Mariners”.

Zuraw ebbe un ruolo anche nell’arrivo a Milano di Jim Morrison, come ricorda Mazzotti: “Nell’inverno ’89-90, dopo che era sfumata la possibilità di ingaggiare Ron Washington, fu proprio George, che abitava in Florida e aveva l’opportunità di seguire le Senior league che si giocavano lì, a segnalarmi la disponibilità di Morrison… Insomma, si può dire che abbia avuto voce in capitolo su quasi tutti gli acquisti del Milano di quelle stagioni, tanto che divenne proverbiale la frase dell’allora vicepresidente Sandro Cepparulo quando si trattava di scegliere gli stranieri: aspettiamo i tagli di Zuraw… Anche perche, lavorando per un’organizzazione di National league come Cincinnati, spesso ci segnalava lanciatori che erano buoni anche in battuta. Come Ton Novak o come lo stesso Lono”.

loghivari
FondazioneItaliaBlue logobaseballit Logosmi1a1a Logosmi1a1a2
colonnasinistra

listanews

Altre news

16 Maggio 2020
Il Milano si prepara a ripartire...

09 Maggio 2020
Paolo Braga, 60 anni da artista del baseball...

03 Maggio 2020
Giulio Sueri, 70 anni, tanto baseball e un colpo di teatro...

27 Aprile 2020
Addio a Zuraw, lo scout che ci mandò Joel Lono...

15 Aprile 2020
Ecco il nuovo calendario della serie B Via sempre con il derby, ma al Kennedy...

15 Aprile 2020
Tiziana Rombi spiega il progetto softball "La collaborazione con il Legnano chiave per crescere...

apri_rassegna

Rassegna Stampa

20 Aprile 2020

Mitomorrow

colonnadestra

Headline milano46 logofibs