milano46

news

News

30

Nov
2019

Gabriels, 50 anni di un'ex grande promessa

Oggi festeggia il mezzo secolo Marcello Gabriels, origini sudafricane, cuore milanese, cresciuto nel vivaio Mars e Senatori, lanciato in serie A da Ciccio Roda nella Bkv, arrivato alle soglie della Nazionale, ma scomparso troppo presto dai radar del baseball. Della sua breve carriera resta il flash di una grande vittoria sul monte contro la Fortitudo nell'88.

Sono 50 anche per Marcello Gabriels. Anche se per noi resta l’eterno ragazzo che avevamo visto muovere i primi passi da grande promessa sul monte di lancio della Bkv, ma che poi è uscito di scena un po’ trioppo presto, lasciandosi alle spalle un talento incompiuto che forse avrebbe potuto dare molto al baseball. Origini sudafricane, nato a Milano il 30 novembre del ’69, Gabriels ha debuttato giovanissimo in serie A1 con la Bkv nei playoff del 1986, buttato nella mischia da Ciccio Roda. L’esordio è un turno da pinch hitter al posto di Marco Aimi all’ultimo inning della sfida decisiva a Grosseto, ma con i rossoblù già sotto per 7-0: Marcello comunque se la cava strappando una base ball a Rolando Cretis in una partita in cui il pitcher maremmano aveva concesso fino a quel momento solo le briciole alle mazze milanesi (una valida a Giuerci e un’altra base a Gaveni).

Il suo esordio sul monte è invece rinviato all’anno successivo, il 22 aprile dell’87, quando entra al posto di Carlo Passarotto in un derby con il Bollate al 7° inning con il Milano sotto 8-0. Gabriels lancia due inning e subisce 2 punti  con 2 valide (tra cui un doppio di Mario Gallo). E lì inizia una carriera che si concluderà però velocemente, perché l’ultima sua apparizione sarà in un altro derby, questa volta vinto dal Milano 8-2, il 7 maggio del ’90, in cui Marcello entra all’8° inning al posto di Joel Lono e chiude la sua partita (e anche la sua carriera) con un kappa su Angelo Nicolini.

In mezzo 36 partite giocate, 94 riprese lanciate, 41 strikeout e una partita vinta, memorabile, contro la Fortitudo Bologna al Kennedy, grazie anche all’esperienza e alla pazienza di Luigi Re che lo guida splendidamente dietro il piatto. Il Milano vince 8-2 con Gabriels che lancia 8.1 inning (prima di lasciare la salvezza a Carlito Passarotto che ha 26 anni più di lui) concedendo 8 valide (ma appena 4 nei primi 7 inning) a Matteucci e compagni. E Franco Raimondi gli dedica un articolo su Il Giornale: “Marcello Gabriels, origine sudafricana, pelle scura e fisico leggerissimo, quasi da gazzella, ha raccolto il suo primo successo in sertie A ma non si monta la testa: “Tutta la squadra – esordisce – ha fatto un buon lavoro e mi ha aiutato difendendo bene e battendo più del solito. Io ho lanciato una partita normale e Luigi Re, il ricevitore, mi ha guidato alla grande”. Cresciuto nell’Inter Mars e nei Senatori, Gabriels è alla Bkv da tre stagioni e, dopo qualche timida apparizione nello scorso campionato, è al suo primo anno da titolare a tutti gli effetti. La stagione per lui non era iniziata bene, partite sfortunate, problemi di controllo, tante delusioni ed il ritorno in panchina. Domenica all’ultimo momento la decisione del manager Mazzotti di schierarlo come lanciatore partente, una provi di fiducia e nello stesso tempo un esame per il ragazzo. Ennio Paganelli, il pitching coach della Bkv, uno scienziato del lancio, ha molta fiducia in Gabriels e proietta in dimensione futura il suo allievo: “Marcello – spiega Paganelli – è un investimento a lungo termine. Senza dubbio ha un potenziale enorme ma un lanciatore nonn si costruisce in un giorno. Diciamo che il vero Gabriels sarà pronto per il 1990”.

Invece l’88 resta forse il suo anno migliore che gli vale addirittura una convocazione per una tournèe della Nazionale ai Caraibi, in cui non giocherà partite ufficiali, ma che gli consente di respirare un po’ l’aria del grande baseball. Ma, come detto, quella che sembrava una grande speranza del baseball milanese resterà un’eterna promessa.

Adesso Marcello è fuori dal giro del baseball da tempo. Ma continua seguire con immutata passione il suo vecchio sport. E noi gli mandiamo i nostri migliori auguri sperando di rivederlo presto anche solo in tribuna.

 

Sulla nostra pagina facebook la fotogallery: https://www.facebook.com/milanobaseball/photos/pcb.1809989909144794/1809988115811640/?type=3&av=404932249650574&eav=Afb_05HpkcXWQjnT1NOAmeP-tdJbPSuTxRDHuhxKv-jY2I8kuQkUaX7gSsvjUdXim_8&theater

loghivari
FondazioneItaliaBlue logobaseballit Logosmi1a1a Logosmi1a1a2
colonnasinistra

listanews

Altre news

30 Novembre 2019
Gabriels, 50 anni di un'ex grande promessa...

24 Novembre 2019
Consegnato l'VIII Premio Doriano Donnabella a Piero Allara e alla memoria di Paolo Cherubin...

09 Novembre 2019
Luca Chiesa, 50 anni di un bomber chiamato Leeper...

09 Novembre 2019
Addio a Giancarlo Mangini il baseball italiano ha perso la "Voce"...

04 Novembre 2019
L'VIII Premio Doriano Donnabella a Piero Allara e alla memoria di Paolo Cherubini...

03 Novembre 2019
Giancarlo Flocco, 60 anni in battuta sulla via Emilia...

apri_rassegna

Rassegna Stampa

10 Novembre 2019

La Gazzetta dello Sport

colonnadestra

Headline milano46 logofibs